Vocali su WhatsApp al +39 351 5320334

Un podcast situazionale.
Di Andrea Nepori e Lorenzo Paletti

Iscrivetevi su: Apple PodcastsSpotifyPockectCasts

37: Berlino, The Non-Consensual Podcast – Atto III

L’ultimo frammento di questa trilogia Berlinese si apre con una rivelazione sconvolgente (in lingua inglese). Non tutti apprezzano il profumo di Andrea Nepori. Insieme alla prof.ssa Verduci, Andrea e Lorenzo visitano i locali più malfamati di Berlino, terminando la loro notte con un mix di malinconia e musica ambient.

 

36: Berlino, The Non-Consensual Podcast – Atto II

Lorenzo ed Andrea si uniscono alla prof.ssa Verduci, che attacca con durezza il maschilismo dilagante di Ultima Fila. È solo l’inizio di una lunga serata a base di rivelazioni sorprendenti, alcol, e scantinati della Berlino da bere.

 

35: Berlino, The Non-Consensual Podcast – Atto I

Andrea e Lorenzo si ritrovano in terra Berlinese. Viaggi in auto di lusso, traslochi, bottiglie di birra che suonano come frammenti di metallo e un appuntamento a cena con la prof.ssa Verduci. La prima di due puntate Berlinesi che vi lasceranno con il vostro solito fiato.

 

34: Le avventure di Jack Maskio e Salvo Buonfine

Andrea incontra casualmente la signorina Gessica in un negozio di Birkenstock, perché è estate e siamo a Berlino. Rientrati in studio (ovvero sul letto di Andrea) si parla del connettore più testosteronico del mondo, Jack Maskio, prima che la situazione degeneri e Ultima Fila si trasformi in un episodio di Focus Economia. A proposito: vi siete mai chiesti se quella anziana signora lesbica che avete visto in strada fosse davvero Tim Cook?

 

33: Il sidro alla pera una sera a Friedenau

Puntata estemporanea con un nuovo ospite di livello, il Commodoro Daniel dott. Mosseri, che ci racconta storie del Gotha della Mitteleuropa e ci accompagna in un viaggio notturno in zone di Berlino Ovest dove una volta si avventuravano solo spie russe e oggi invece si beve sidro di pere e si scroccano sigarette. Nel mezzo, sprazzi di Ultima Fila da Amsterdam, con Francesco Malfetano ed Emanuele Cisotti.