Vocali su WhatsApp al +39 351 5320334

Un podcast situazionale.
Di Andrea Nepori e Lorenzo Paletti

Iscrivetevi su: Apple PodcastsSpotifyPockectCasts

53: Il senso di Shenzhen per le tartarughe

Andrea e Roberto “Rubiccio” Catania sono di nuovo in Cina (a spese di Ultima Fila) a quasi un anno dal viaggio che lanciò definitivamente questo podcast nell’empireo dei migliori podcast di Parodia Musicale (come si ostina a catalogarci Apple Podcast). Nel volo di andata Andrea fa un sogno rivelatore in cui gli appare Mino Martinazzoli mentre Roberto rivela la sua paura più profonda e la affoga in un brodo di tartaruga. Gli Amici di Sky – due validissime new entry di Ultima Fila – ci spiegano come ci si salva dalla solletico alla gola provocato dalla panna e  si scopre che le VPN sono in fondo come il bullock, cioè connessioni con le palle. Si parla infine di piccole grandi invenzioni e della sindrome da scala mobile, tutto dalla Cina, in tempo reale, con sette dannate ore di differenza.

 

52: Messaggerie vocali

Impossibilitati a registrare una nuova puntata in studio perché entrambi in viaggio, Andrea e Lorenzo decidono di registrare una puntata di soli messaggi vocali. Il tema sono i messaggi vocali stessi, così da ingenerare una meta-puntata che vanta i contributi vocali illustri di Simone Cosimi, Alessio “O Meshtre” Lana, Niccolo Roli, Alessandro Scarano, Cisotto Cisotti, nonché del Duca Conte Antonio Monaco Principe di Partenope e della Chiarissima Professoressa Manuela Verduci. Perché Ultima Fila è sempre il podcast con più ospiti che ascoltatori.

 

50: Quelli della Garbaglina

Roberto Catania esegue uno dei sue celebri falsi. Andrea ricorda di quella volta che Roberto Baggio gli ha fatto un autografo da vero buddhista. In studio si parla di Black Friday, lavatrici che sudano, facchini che salgono scale, followerz acquistati e di progetti per il prossimo Natale.

 

49: Topo, Moto, Foto

Ultima Fila torna in studio con Andrea e Lorenzo. Si parla di come si pronuncia la parola zio, dei pregiudizi di Andrea, di cucina e di voci particolarmente acute. Ma soprattutto si scopre la ragione della lunga assenza dal podcast di Lorenzo.

 

48: Luchi Strike

Dopo un interessante disamina delle tecnologie di sblocco degli smartphone con il suono della minzione (con complici che evitiamo di nominare), Andrea incontra sul solito transfer due Luchi diversi: il primo è il Maestro Luca “Mr Gadget” Viscardi, che ci delizia con una disamina delle alternative italiane ai termini anglofoni della tecnologia; il secondo è Luca Dondoni, new entry estemporanea che ci regala la sua voce profonda e radiofonica a testimoniare un legame fra il nome Luca e la conformazione delle corde vocali. In chiusura arriva un’anticipazione…